Puntata 8

Sabato pomeriggio
Marcello si stiracchia sulla poltrona. La moglie è andata in vacanza e si è
portata dietro la colf per fare ordine negli armadi della casa al mare. Quindi lui
è tutto solo. Andare dalle sorelle Paf? Buona idea ma non sa più come coprire
gli ammanchi sul conto corrente. E ai vari colleghi i prestiti sono negati visto il
cattivo andazzo alla sala corse. Cosa fare? Film in dvd e spaghettone alla sua
maniera? Prospettiva tra le tante. Non se la voleva precludere ma la avrebbe
tenuta come ultima spiaggia.
Non sapeva dove sbattere la testa. Era senza un quattrino e la cosa più sensata,
per non finire nella noia più assoluta, era raggiungere la moglie alla casa al
mare. Almeno ci sarebbe stato qualcosa da mangiare di più invitante e la sua
cara mogliettina. Marcello si poteva definire il classico marito che chiedeva una
tregua al matrimonio ogni tanto. Anzi, due. Magari tre. Anche quattro. Forse
tutte. Anche da sposato. Perché a Viale delle Tartarughe le sorelle Patrizia e
Franca gliele aveva fatte conoscere una inserzione su un giornale di annunci. Si
potrebbe pensare da questo che a casa delle sorelle ci possa essere un viavai di
gente perché tanto accettano tutti, essendo un privato che mette in piazza il
proprio contatto. E invece no. C’era Patrizia che faceva da scudo, da schermo
protettivo a tutti i possibili problematici che sarebbero potuti capitare. Lei stava
al telefono pochi minuti con il soggetto in questione, parlando del più e del
meno, qualche volta di quello che si leggeva sui giornali, anche quelli sportivi.
E da quello che si sentiva dire capiva, capiva moltissimo. Percepiva classe
sociale, reddito, posizione in banca e tanto altro. Le due sorelle volevano la
sicurezza che dal loro portone sarebbero entrati ed usciti solo pochi soggetti ma
di sicuro guadagno e reputazione certa. Come Marcello quasi dieci anni prima.
Ma adesso lui era un impiegato di alto livello sposato e che aveva visto dalla
moglie farsi i conti in tasca. Con conto controllato e tutte la altre cose che una
moglie può mettere in atto per monitorare un marito fresco di disintossicazione
da gioco d’azzardo ma con qualche battutina troppo legata a cavalli e calciatori.
La moglie è stata la sua salvezza. Paf fu la voce più cara quando lei lo conobbe.
Lui per un periodo riuscì ad annullarla. Ma come tutte le droghe di cui lui era
dipendente ci ricascò, creando un giro di prestiti da alta capacità finanziaria.
Adesso, che cosa era successo? Che i controlli della moglie lo avevano reintossicato.
Doveva metterci un punto finale, ma non ci riusciva. Era troppa la
voglia di continuare. Ma aveva finito le scuse tanto per la moglie per i prelievi
dal conto in banca quanto per gli anticipi da parte della cassa dell’ufficio. Si era
praticamente ridotto a lavorare gratuitamente.
Gli servivano dei contanti. Ma dove prenderli?

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s