Puntata 33

“Il suo lavoro, signora”.
“Me lo porti qui…”
“C’è ancora una cosa: é su una sedia a rotelle…”
Marisa iniziò a pensare: ‘Un invalido? E che figura ci farei con le altre? Che mi
sono messa a fare lavori per la Caritas, ecco quale sarebbe il sottotraccia…’
“Guardi, non posso proprio. Provi con una delle mie colleghe qui della via dove
abito…” disse Marisa.
“La prego… Non vorrei dovermi rivolgere ad una delle signore che transitano
per la superstrada… Posso pagarla profumatamente. Filippo è rimasto molto
colpito dalla sua voce…”
“E quando l’avrebbe sentita?” disse Marisa
“Adesso. Sto parlando in vivavoce…” disse la signora dall’altro capo del
telefono. “Mio fratello dice che lei ha l’immaginazione adatta a quello che vuole
fare con lei…”
“E cosa vorrebbe fare? le capriole?”
“Solo divertirsi…”
Marisa esitò a rispondere. Ma disse esattamente la seguente frase: “Accetto. Me
lo porti qui domani pomeriggio alle quattro”.
‘Cosa mai vuole fare un invalido sulla carrozzina… Ci mancherebbe solo che
fosse impotente’ disse Marisa dopo aver attaccato il telefono.
Il campanello della porta suonò per la seconda volta. Durante la prima lei stava
pensando per domani, per quello che vuole fare quel Filippo.
La sorpresa sarebbe arrivata senza che lei se ne accorgesse.

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s