Puntata 71

Marta non riesce ancora a crederci. Ma non vuole fare la figura della
poveraccia.
“Venga pure” risponde al citofono schiacciando il pulsante della chiave per il
cancellino. Il tono della voce è molto impostato, anche se ad un ascolto
professionale come quello di Patrizio palesemente artificiale.
L’elettricista, non avendo altra professionalità se non quella di saper far vivere
elettricamente quella casa, come prima cosa sente l’interferenza che ha il
citofono con le onde radio della radiofonia FM. E già quello è un punto su cui
lavorare. Appena passato il cancellino vede la luce dell’entrata accesa. E molto
probabilmente si deveva essere incantato l’interruttore della luce esterna.
Essendo un uomo di quelli a cui il proprio lavoro piace davvero tanto fino alla
morbosità, vedendo quelle cose iniziava già a pregustare tutti i vari difettucci
che una casa abitata da una donna sola e magari poco pratica di lavori da
operaio presentava alle sue mani.
Marta accoglie l’uomo e decide di dichiarare il suo vero nome.
“Sono Egisto, piacere” fa l’uomo stringendo la mano a Marta.
“Marta, piacere” risponde Marta con tutta la cortesia di cui da sempre è capace.
Egisto è un signore sulla quarantina vestito da operaio classico con tanto di gilet
multitasche e scarpe anti infortuni.
“Posso fare un giro della casa? Tanto per rendermi conto di quello che c’è da…”
dice Egisto bloccandosi alla vista di Patrizio che saluta sbracciando il suo
amico.
“Come stai? E’ un pezzo che non ci si vede…”
“Da quando mi hai promesso quella compilation mai ricevuta…” dice Egisto.
“Stavolta ti prometto che te la faccio avere. Ritornerò presto qui dalla padrona
di casa, quindi ci vedremo. E non ti preoccupare che ho già parlato con il
tecnico del suono e te la sta già facendo. A te e a Franco” dice Patrizio alla
presenza di Marta che non crede ancora alla fedeltà di quanto promesso dallo
speaker.
“Viene anche lui oggi? Perché i lavoretti extra li fa anche lui all’ora di pranzo”
dice Egisto.
“Infatti dovrebbe arrivare… Signora, mi sono permesso di far venire anche un
idraulico per oggi. Non ci sono problemi, vero?” dice Patrizio rivolgendosi alla
fine a Marta.
Lei non sa cosa rispondere. Se non pensare che di questo signore tanto
particolare ci si può fidare in quanto mantiene le promesse.
Marta si rivolge all’elettricista: “Aspetti che la accompagno per la casa. Cosi le
spiego le cose che non vanno”. Marta e l’elettricista fanno un tour della casa e
fanno una lista di tutti i vari problemi che ci sarebbero da riparare. Ci sono delle
spine fulminate, delle prese di corrente bruciate. Delle lampadine da cambiare e
da risistemare in quanto diverse anche nello stesso lampadario. Marta non è mai…

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s