Puntata 88

Il taxi, dopo una decina di minuti si ferma all’imbocco del viale e raccoglie
Marisa.
Il tragitto è tranquillo e la donna controlla il cellulare per scaricare i vari
aggiornamenti.
Arrivata in ospedale si ricorda di essersi scordata di chiedere alla donna il
numero di cellulare, per poterla chiamare al fine di sapere quale fosse la camera
del ragazzo. Fortunatamente trova ad aspettarla uno dei due fratelli che lo ha
accompagnato a casa sua fasciato ad un braccio e alla testa.
“Buongiorno. Tutto bene?” accenna Marisa.
“Ho passato giorni migliori. Venga che la accompagno…” dice il ragazzo.
Durante il tragitto per i corridoi dell’ospedale il fratello di Pierluigi gli racconta
di quello che è successo. E che lui è stato quello più fortunato rispetto agli altri
due. Pierluigi ha avuto un duro colpo alla schiena e praticamente, tutta la
fisioterapia fatta fino a quel momento era da considerarsi da buttare.
“Però è vivo… Può parlare…” ribatte Marisa preoccupata.
“Si certo. E’ vivo quanto lei e me messi insieme. Gli abbiamo detto che lei
saputo dell’appuntamento mancato non sarebbe potuta venire qua. Ma visto che
lei è venuta, gli dica che voleva fargli una sorpresa…”
“Va bene… Vi reggo il gioco” dice Marisa. “Ma devo confessare che queste
nostre sedute di lettura iniziamo molto ad intrigarmi. Spero che dopo questo
incidente non si interrompano” dice Marisa al fratello di Pierluigi.
“Non credo sia un problema. Mio fratello è rinato dopo che ha cominciato a
venire a casa sua” dice il fratello con tono di ringraziamento nei confronti della
donna.
Dopo qualche secondo di cammino arriva l’esclamazione: “Eccoci arrivati!”
L’orologio da polso di Marisa segna le dodici e quindici.
Varcata la porta vede Pierluigi disteso nel letto che gira la testa verso l’entrata
della camera appena sente chiudere la porta ed esclamare, da parte di Marisa:
“Salve…”
Pierluigi guarda e saluta cordialmente “Salve…”
Marisa prende la parola dopo aver salutato la donna seduta al capezzale del
letto: “Posso cominciare a leggere?”
Pierluigi risponde: “Ma io non ho il libro…”.
Marisa risponde mostrando la sua copia: “Possiamo fare con questo…”
Il ragazzo vede il libro regalo e il suo volto si illumina in un sorriso da un
orecchio all’altro.
Marisa comincia la lettura e finisce all’una e un quarto.
Saluta Pierluigi e sta per prendere il cellulare per chiamare un taxi quando la
signora si offre di dargli un passaggio. Ad aiutare Pierluigi ci sarebbe stato il
fratello e il padre che stava per arrivare.

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s