Puntata 90

Giovedi mattina
“E’ andato tutto ok” dice Giovanni a Marcello.
“Bene…” risponde Marcello.
“Tua moglie non ha chiamato. E’ suonato il telefono dopo il tuo solito orario di
uscita dall’ufficio. Io non ho preso la chiamata. Ho fatto bene?”.
“Non ti preoccupare. Mia moglie ha finito di chiamare qui”.
“Come mai?”.
“Ci stiamo separando… Litigata furiosa ieri sera con il dolce ancora in mano”.
“Mi dispiace. Se ti serve qualcuno con cui parlare fammelo sapere”.
Poteva sembrare un tipo mite e passivo Giovanni. Ma il fatto è che lui era
segretamente innamorato di Marcello da quando aveva iniziato a lavorargli a
fianco. E per quell’amore avrebbe fatto di tutto. Anche prenderlo in casa con lui.
Adesso che la moglie lo aveva lasciato poteva lanciarsi, ma voleva essere sicuro
che non sarebbe stato un ripiego temporaneo. Che tutte le attenzioni da
dedicargli non andassero a vuoto. Non voleva sprecarsi.
“Dove vivi adesso?” si lancia Giovanni a domandare a Marcello.
“Da due amiche che mi ospitano. Mi dovevano un favore”.
“Ho capito. E’ molto lontano da qui?”
“Non tantissimo”.
“Posso chiederti dove?”
“Non sono affari che ti riguardano” risponde bruscamente Marcello. Non voleva
far sapere di essere ospite dalle due donne di Viale delle Tartarughe a cui
spesso chiamava dal telefono dell’ufficio.
“Ok. La mia è solo curiosità”.
“Non ti preoccupare. Quando potrò te lo dirò” controbattè meno bruscamente
Marcello. Non capiva tutto questo interessamento del suo collega. Ma meglio
non diffondere troppo la notizia. Giovanni è sempre stato riservato con
Marcello e quindi una sua irritazione poteva portarlo a diffondere la notizia tra i
colleghi. Di conseguenza tutti i debiti di cui era padrone gli si sarebbero
scagliati addosso. E lui era completamente all’asciutto. Giovanni era quello con
cui il debito non sembrava asciugare il rapporto con lui. Un semplicissimo
impiegato di ultimo livello con lo stipendio base come Giovanni non voleva
spremerlo. Voleva tenerselo buono in caso di urgenza di debiti. Voleva sfruttare
tutta la bontà che aveva nei suoi confronti per salvarsi da un eventuale
imprevisto.
Forse poteva anche dirgli tutto, e lui se lo sarebbe preso in casa, forse. Ma
adesso era saldamente dalle due donne e poteva anche divertirsi con loro
quando voleva. In barba alla fila che c’era prima di lui. Chi stava meglio di lui?

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s