Puntata 97

Venerdi mattina
Oramai si svolge il tutto con regolarità. Prima c’è la visita da Elena con un
profitterol al cioccolato fondente e con crema alla cannella. Il tutto innaffiato da
due tazze di caffè all’americana e alla fine della seduta un buon bicchiere di vin
santo per addolcire ulteriormente. Patrizio si sazia dell’aver ascoltato la donna
raccontare delle storie prese da un libro che Patrizio conosce bene. Gliele ha
raccontate Marisa in una telefonata notturna, sapendo la collega sempre a caccia
di qualcosa da raccontare. Per Patrizio l’importante era sentir parlare. Il cosa
aveva una sua piccola importanza, ma l’essenziale era l’ascolto di altrui parola,
per lui tanto irraggiungibile. Le avventure di Don Chisciotte sono state la sua
compagnia di ragazzo. Adesso erano la sua salvezza. Elena raccontava e lui
ascoltava. Dopo di questo ognuno per la sua strada. E la strada di lui, dopo
essere stato un’ora con la donna, si portava a termine con il racconto di Marta, a
cui lui faceva delle domande mirate che erano lo scopo della seduta per la
donna. Lei crede che la sua storia, o per lo meno quella della fine di suo marito,
potessero essere vendibili al pubblico di donne che si trovano nella sua stessa
situazione. Avrebbe scritto una lettera a ciascuna di loro per aiutarle, ma fare un
libro pieno di particolari adeguati, grazie alle domande di Patrizio, sarebbe
bastato. E cosi trascorre l’ora dei due con il registratore acceso. Marta crea
digressioni in cui racconta i particolare del padre che costruisce l’impero che il
marito ha sgretolato. Aggiunge quello che il marito, a caso ripensato, aveva
architettato fin dall’inizio, lasciando spazio anche al fatto che lui,
probabilmente, così lo è sempre stato e con la moglie ha trovato la possibilità di
essere quello che è sempre stato a differenza di quello che faceva vedere essere
al mondo intero, famiglia di lui compresa. Il registratore registra tutto quello
che i due si dicono. E a mezzogiorno la seduta si toglie perché lei deve iniziare
a preparare il pranzo per i suoi operai ospiti. Anche loro, meravigliati dalla casa
della donna fanno domande con garbo ed educazione, curiosi della vita della
donna. E Marta fa attenzione a dare troppi particolari prima che esca il libro. Si
può dire prima ancora che abbia trovato un editore che voglia pubblicarla.
Il fatto strano di quella mattina è che tutte e due le donne, quasi
contemporaneamente, si sono innamorate di Patrizio, perché non le cerca per
quel tipo di lavoro che fanno entrambe, ma quello che si potrebbe chiamare il
momento più curioso della settimana. Dove un uomo rispeta la donna che ha di
fronte e non ne fa una merce di soddisfazione. Dopo gli operai di Marta, a cui
ha dato un acconto in contanti per i materiali da comprare per le riparazioni, e
dopo il pranzo di Elena le due si sentono al telefono.

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s