Puntata 104

Venerdi pomeriggio
Giulio e Alex, come pattuito con le donne, hanno il loro bel da fare. Con il
camioncino Ape comprato grazie ai pochi soldi avanzati dalla macchina di
prima Alex può scorrazzare in giro a fare le compere necessarie per portare a
termine i vari incarichi. Giulio, liberato dai debiti anche se ancora sotto
osservazione della madre e di Marta, che supervisiona i suoi conti, inizia a fare i
lavoretti che Alex aveva trovato per sè. Da principio non trova altro che rottura
di scatole in tutto quel tagliarsi le mani prima curate con tanto di manicure. Poi
scopre di essere utile a quelle sette donne che lo accolgono in casa loro. Lui, da
maschio quale è, vorrebbe approfittare di quelle donne a pagamento, ma Marta
incombe su di lui e fa in modo che ogni centesimo guadagnato da lui grazie al
figlio di Francesca finisca a risanare i conti della sua famiglia, cioè di sua
madre. L’unico lusso che gli è concesso è passare la domenica pomeriggio sulla
spiaggia di fronte alla casa sul mare, di cui ha l’impegno di affittarla. La
domenica che sarebbe venuta avrebbe avuto il compito, nella mattinata, di
andare per agenzie immobiliari a fare promozione della casa della madre. Ma
lui, molto furbescamente, ha tenuto da parte un paio di banconote dalla vendita
rapida della macchina. E se li sarebbe spesi in divertimenti. Li tiene nascosti in
uno scomparto del portafoglio, a riparo da occhi indiscreti.
Il pomeriggio passa, tra un lavoretto e l’altro. Stanco della giornata ritorna a
casa e vuole bere qualcosa di fresco. Apre il frigorifero e trova soltanto una
bottiglia d’acqua smezzata. Perché per il resto il frigo è vuoto. E anche la
dispensa, aprendo gli scaffali. ‘Non può essere stato il ladro’ dice tra sè e sè. E
in quel momento gli vengono in mente quelle banconote nel portafogli. Sarebbe
stato giusto spenderli dissipando piuttosto che riempire la dispensa?
La mamma ritorna in quel momento con un sacchetto riempito di qualche
barattolo di latta di fagioli.
“Che cosa sono questi mamma” dice Giulio indicando il sacchetto.
“La nostra cena. Nella foga di questi due giorni ho dimenticato di fare la spesa”
risponde Enrica.
“Andiamo a farla, allora” esclama il ragazzo.
“C’è un problema” dice lei.
“Quale?”
“Ho finito i soldi. Questi barattoli sono un prestito di Marisa. Le ho promesso
che li avrei restitiuti alla prossima spesa”
Giulio si tocca il portafogli nella tasca. Ed esclama: “Andiamo a fare la spesa!”
La mamma, con fare titubante, chiede: “Ma come facciamo?”
“Pago io” dice Giulio.
Il ragazzo racconta alla madre di quei soldi. Si becca un sonoro ceffone, quasi a
ricordare la tirata di orecchie fatta due giorni fa. Ma dopo qualche secondo la…

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s