Puntata 117

vedeva. E che avrebbe rosicato dopo essersi risollevata dal tonfo in cui lui la
aveva precipitata.
“Eccomi. Non ci giuravi?” Marta appoggia il crisantemo nella provetta sul
cordolo del forno. “E invece sono qui”. Avrebbe voluto dire di più. Insultarlo,
sbeffeggiarlo. Ma non riesce a dire di più. E rimane li in silenzio. A Fissare la
tomba. Una cosa gli viene da dire. Ed era un ‘Grazie’ pronunciato con tutto
l’affetto e la calma di cui si è padroni quando il mondo ti tira uno schiaffo da
rivoltarsi ma dopo essere rivoltati si stringe quella mano schiaffeggiante e si
umilia quel mondo tanto ostile.
Recita un ‘Eterno riposo’ e finito si allontana. I suoi clienti e i suoi amici,
amiche comprese, la aspettano.

****

Non se la sono sentite di vendere la villetta. E’ uso che a viale della Tartarughe
abitino donne del mestiere. E poi il chiosco dei fiori al cimitero era distante. Ma
quella casa aveva il loro odore. Loro si sentono ancora due donne come le altre
del viale. Pur essendosi spostate a fare altro. E’ stato grazie ad Alessia che
hanno deciso di spendere un poco di quei dieci milioni di euro ereditati da quel
cliente morto di infarto un anno prima a casa loro quando usufruiva delle loro
prestazioni. Alessia l’avevano trovata davanti a casa una domenica nel tardo
pomeriggio, con graffi dappertutto. Lei disse che era cascata inciampando, ma
si poteva credere ad una donna al limite del pianto ma piena di delusione per la
vita che la riduceva in quel modo? Si mette a raccontare alle due donne la sua
storia, trovando in Franca e Patrizia quattro orecchie che la ascoltano e le danno
del calore umano. ‘Denuncialo’ è stato un coro delle due donne. Lei dice che
altrimenti non saprebbe dove andare. Lei è sola al mondo. Ma adesso le due
donne c’erano. E non erano il nulla. Poi il fatto che lei era brava nel mestiere di
fioraia a loro faceva molto pro. E’ sempre stato un desiderio fare le fioraie. Cosi
fu: i soldi ce li mettevano loro, lei ci metteva il mestiere. E dopo una denuncia e
un aiuto da una associazione di donne maltrattate, Alessia ritorna ad essere fiore
tra i fiori, nel pieno della sua bellezza. Franca e Patrizia non avrebbero pensato
di lavorare tanto a fianco del loro finanziatore al cimitero, ma gli affari
andavano bene e dopo un paio di errori nel lavorare con i fiori a cui mette una
pezza Alessia, le tre donne sono felici, ognuno a modo loro.

****

About Matteo Baudone

Un aspirante giornalista.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s